+39 3393433962 ufficiostampa@lorenzotiezzi.it

Dai un’occhiata a ltc.pills/instagram.com , ogni giorno ltc – lorenzo tiezzi comunicazione regala ‘pillole di saggezza’ (comunicativa)… ma è una pagina privata, bisogna chiedere l’accesso.

///

Segui ltc.pills su Instagram. Ogni giorno ci trovi un paio di pilloline, video e non, dintorni per migliorare la tua comunicazione.

Dal lunedì al venerdì, ma spesso anche nel weekend, Lorenzo Tiezzi dà qualche idea e spunto per comunicare un po’ meglio, partendo da errori o spunti positivi. 

“E’ una sorta di diario di spunti e idee che faccio prima di tutto per me”, racconta Lorenzo Tiezzi. “Sono più o meno 25 anni che campo comunicando e chi fa il mio lavoro troppo spesso non viene ascoltato dai clienti. Lo status social del comunicatore professionista nell’era di social, ovvero della comunicazione ‘fai da te’ è molto basso. Per questo, probabilmente, non abbiamo più le star degli anni ‘8 o ’90 del secolo scorso. Non è solo colpa della moltiplicazione dei media. Il livello media della comunicazione è spesso molto basso”.

Lo scopo di ltc – lorenzo tiezzi comunicazione non è creare una community di futuri paganti da rivendere ad eventuali sponsor. E’ invece una attività di “self branding” o content marketing, parolacce inglesi per dire che si spera di fare un piccolo regalo, dando qualche spunto interessante… raccogliendo ovviamente, se capita, qualche cliente. Perché nessuno è santo. 

ECCO QUALCHE ESEMPIO tratto dalla pagina instagram pubblica dell’agenzia instagram.com/lorenzotiezzicomunicazione

https://www.instagram.com/p/CGjkh1NMDKF/

bit.ly/ltcdaily1606 Video Pillola con la storia dell’Antico Vinaio (SI!) vs Covid Marketing Mal Fatto!

ltcDaily, alcuni videini

Brand internazionali a Milano: Uniqlo, Five Guys, Starbucks Roastery

https://www.instagram.com/p/B63KoRToOrR/

Standard Hotel Londra comunica con la rassegna stampa (non con i social)

https://www.instagram.com/p/B7GRDFnIPa5/

Le foto dei locali su Facebook

https://www.instagram.com/p/B7SyUTBoT_L/

Gucci fa disegnare il logo a un bimbo

https://www.instagram.com/p/B7X-o–ohdU/

Arte e beneficenza comunicano bene

https://www.instagram.com/p/B7a_ue2oLCN/

Comunicare al pubblico, anche per chi fa B2B

https://www.instagram.com/p/B7ieh7bo8sS/

Se la Smart elettrica si ferma in montagna…

https://www.instagram.com/p/B7kvDgGIOJl/

Chi comunica in anticipo vince

https://www.instagram.com/p/B7nhfi-ovCz/

Testo in colonna (sennò non si legge)

https://www.instagram.com/p/B7qWrRKoesr/

Per adidas l’anno inizia il 23 gennaio 2020?

https://www.instagram.com/p/B7tUWARovk0/

La morte del famoso ci commuove sempre. Perché? 

https://www.instagram.com/p/B70ZZXzIlYB/

Copiare non è mai una buona idea (anche nelle etichette per il vino)

https://www.instagram.com/p/B71kky1I_vJ/

Lo strepitoso successo di Radio24 AllNews 

https://www.instagram.com/p/B75ZFsnoAiE/

30/01 Ossessione Chart e superficialità dell’informazione

https://www.instagram.com/p/B78La88olFO/

31/1 Ossessione Social

https://www.instagram.com/p/B7-g6PHIxF-/

3/2 Epic Fail Sardine / Benetton

https://www.instagram.com/p/B8GRHC3occ5/

4/2 Dipendenza dal telefonino

https://www.instagram.com/p/B8I1whOIDMF/

5/2 Achille Lauro, Tenax: provocare funziona

https://www.instagram.com/p/B8LpLeBIpN6/

6/2 Forma e sostanza: la “patina fashion”  non serve

https://www.instagram.com/p/B8N9NvAI67s/

7/2  Ossessione Community (servono solo a chi le crea)

https://www.instagram.com/p/B8Pl7RWot2r/

10/2 Grafica sui quotidiani 

https://www.instagram.com/p/B8V4DLPIylR/

https://www.instagram.com/p/B8V39-mIWiV/

11/2 Achille Lauro da donna vestito (…)

https://www.instagram.com/p/B8a7KE9oAk5/

12/2 Orchestrali sottopagati e comunicazione in stato di crisi

https://www.instagram.com/p/B8dfUWqowp3/

13/2 La grafica e i contenuti su Instagram (e non)

https://www.instagram.com/p/B8gAIcxIa2K/

ltcPills / un assaggio!

TEORIA E PRATICA DELL’UFFICIO STAMPA PER LORENZO TIEZZI, IL “MITTTICO” (3 T) “FONDATORE” DI LTC 

In teoria l’ufficio stampa fornisce informazioni precise sui propri clienti agli operatori dei media seguendo un minimo di strategia.

La pratica del lavoro dell’ufficio stampa consiste invece in due fasi.

La prima è litigare con ogni cliente per due motivi 1) il cliente assilla il PR con informazioni e richieste inutili 2) il cliente non spende manco 5 minuti al giorno (sono 25 minuti a settimana, mica zero) nel fornire materiale adatto ai media, ma comunque dall’alto della sua “competenza” discute la strategia e ogni singolo step del lavoro del PR. Il risultato è che i comunicati stampa, se va bene, dicono poco e/o contengono qualche piccola inesattezza. Ovviamente ogni minima e trascurabile inesattezza per il cliente diventa un errore madornale e categorico, un danno d’immagine assoluto, etc.

La seconda parte della sua giornata invece l’ufficio stampa la conclude litigando (bonariamente) con i giornalisti, che prima ti chiedono una cosa urgente e poi per qualche motivo (sia pur nobilissimo) questa cosa non viene pubblicata. In alternativa, quella cosa viene pubblicata, ma solo perché ti viene fatto un favore (anche se te l’avevano chiesta loro).

(versione di teoria e pratica aggiornata al 6 maggio ’19)

ECCOCI CON LA PRIMA LTC PILLS

COME SI SCRIVE UN COMUNICATO?

Parole aggettivi e concetti da non usare MAI in un comunicato stampa: hit, must have, perfetto, geniale, la canzone dell’estate, reinventa il concetto di (scarpa, canzone, aereo…). Ma se è vero, se uno reinventa o inventa qualcosa si può scrivere? NO. Una scarpa che reinventa il concetto di scarpa fa camminare sulle MANI e può essere rivoluzionaria. MAI geniale, o eccellente, grandiosa, unica, migliore. Parole aggettivi e concetti da usare sempre e comunque in un comunicato stampa: chi, dove, come, quando, che cosa, concetti da chiarire sempre nelle prime 2.5 righe del comunicato, il resto del comunicato è (come sempre) quasi del tutto inutile, come le conferenze stampa quando non le fanno Obama, Renzi ed i Rolling Stones (questi ultimi non le fanno dal 1974).

CACCIA ALL’ERRORE

I PROBLEMI ed i “problemi” della comunicazione // LA SOLITA CACCIA ALL’errore (del piffero). Se va tutto bene non lo noterà nessuno, se c’è una bella cosa con un piccolo “problema” dentro, tutti noteranno soltanto il piccolo “problema”. Ecco perché la comunicazione è una roba ‘complicata’. Se la Ferrari vince una gara, qualche demente noterà 1) che ha dei moscerini sul cruscotto 2) che il suo pilota è gay 3) che il suo pilota è simpatico 4) che il suo pilota è drogato (etc) – sono tutte cose che valgono 0.1 su 100. LA FERRARI HA VINTO, tutti a casa. Lo sport è semplice: risultati. Nella comunicazione (ricordiamolo, una roba in cui si ottengono spazi sui media GRATIS) il mondo se ne fotte dei nostri obiettivi. Se un magazine o un sito o una radio danno spazio (GRATIS GRATIS GRATIS) a qualcosa che noi facciamo per GUADAGNARE, non dobbiamo rompere le cosiddette se lo spazio GRATIS concessoci è un po’ diverso da ciò che noi (brand artista genio) vorremmo. E’ LA NORMALITÀ’. Se io organizzo un festival di cibo e parlando del mio dj va bene. Se io organizzo un festival di dj con un po’ di cibo e parlano SOPRATTUTTO del cibo va bene, anzi va meglio. Se organizzo una serata ed un sito sbaglia il prezzo d’ingresso, ma chi se ne importa? SE IO comunico come si deve, il mio potenziale cliente troverò 10 fonti corrette e una non corretta. E se io cambio che organizzo il line up di un evento ed un magazine pubblica la vecchia line up, di chi è la colpa? Ovviamente di chi organizza, mai di chi scrive (GRATIS).

LE LTC PILLS SARANNO PRESTO DISPONIBILI IN UN EBOOK / SE TI INTERESSA UN’ANTEPRIMA SCRIVI A lt@lorenzotiezzi.it