(segui se per favore soprattutto  facebook.com/lorenzotiezzicomunicazioneofficial per idee e spunti)


Aprile 2017

In ambito show biz & co, il mestiere del giornalista, se pagato in modo dignitoso, è splendido. Tutti ti coccolano perché puoi dare spazio gratis e spesso dimentichi che di te non gliene fotte niente. Conta lo spazio gratis che puoi dare. Poi ogni articolo è balsamo per il tuo ego e ognuno l'ego ce l'ha.


Il mestiere del PR / ufficio stampa, anche se spesso più pagato, è invece un inferno, soprattutto a livello medio e non top (il mio livello). La comunicazione in questo caso viene pagata e giudicata e gestita da chi di comunicazione non capisce molto... ma crede di capirne, perché ha un pubblico (grande o piccolo che sia) oppure crede di avere un pubblico.


Marzo 2017


LA NUOVA CAMPAGNA LTC


Da zero a superstar, da locale vuoto a sold out (…) in 2 ore. Basta prendere la PILLOLINA di ltc lorenzo tiezzi comunicazione


Riceviamo e volentieri pubblichiamo da offerte@promo.guida-promozioni.com. Questa immagine che rispecchia infatti pienamente il mood, cioè, la straordinaria efficacia del lavoro di ltc lorenzo tiezzi comunicazione, la mia agenzia che da una ventina d'anni (forse di più) promuove un po' di tutto.


Facciamo miracoli. In un paio d'ore, da zero a superstar, da locale vuoto a sold out. Basta prendere la nostra PILLOLINA e sei a posto.


Passi ore ed ore a lavorare cercando di creare qualcosa di interessante?

Cerchi di essere innovativo e vuoi un'agenzia che comunichi la tua unicità?


NON SIAMO NOI. ltc fa miracoli.


A noi del prodotto, della tua unicità non ce ne importa niente. NOI SPINGIAMO e facciamo di te una STAR. Il nostro fondatore Lorenzo Tiezzi ha pure intervistato Paris Hilton (ammazza).


Compri fan su Instagram o sui social?

Usi Instagress & simili?

Ti fai fare le foto dagli amici e non succede niente?


Già ci piaci di più.


Qui trovi tutte le info:

http://www.lorenzotiezzi.it/lorenzotiezzi.it/preventivi.html


Costiamo un po', ma porca miseria, facciamo miracoli… siamo i migliori, che vuoi fare?



2/2/17

se sui social ti bersagliano di solito ha vinto, come sta capitando a Starbucks, appena arrivato in Italia. Entro breve i ‘moralizzatori ed i puristi del caffè’ si arrenderanno.

http://lorenzotiezzicomunicazione.blogspot.it/2017/02/starbucks-lo-criticano-tutti-si-perche.html


5/11/16


L'EGO DEL DJ SUI SOCIAL ANNOIA


Mi diverte moltissimo vedere come in tanti, soprattutto dj, nel settore clubbing - nightlife siano oggi convinti di sfruttare al meglio i social network e quindi i loro 'fan' con dirette, video racconti, pseudo interviste e in definitiva un sacco di soldi ed energie spesi solo per 'accontentare' quelli che già ti conoscono e ZERO per farti conoscere dal 99.5 del pianeta che NON ti conosce.


Solo Vasco in Italia ha i fan intesi come fanatici, gli altri se va bene hanno un pubblico, che vuol fare una sola cosa: divertirsi. Non rompersi le scatole con robette che girano intorno ad una cosa cosa che è ovviamente l'ego ciclopico di chi le paga.


Oliver Heldens, Sven Vath e Steve Aoki, citando esempi di dj che sanno comunicare benissimo, mica fanno tutte queste stupidate. Fanno SHOW. Fanno il loro (cappero di) lavoro. Danno emozioni.

Si inventano qualcosa.


E invece oggi in Italia, soprattutto i dj, seguendo malamente gli esempi dei pochi che sanno comunicare in Italia (ad esempio Cristian Marchi, Merk & Kremont e pochissimi altri) in tanti fanno story telling di se stessi in malo modo. E' una roba di una noia mortale.


La mia agenzia di comunicazione da sempre fa tutt'altro. Cerca di comunicare al 99.5 del mondo, quello che non ti conosce. Non sempre facciamo risultati eclatanti, ma ci proviamo sempre, con professionalità.




24/9 Norwegian comunica con Brad Pitt

https://www.facebook.com/lorenzotiezzicomunicazioneofficial/posts/846628102137601


24/9 Marketing Politico del Fatto Quotidiano

https://www.facebook.com/lorenzotiezzicomunicazioneofficial/posts/845170242283387


2/3/16

Fuffa Production o Chiacchiere & Distintivo? Vorrei cambiare nome alla mia agenzia


18/2/16

Collaborare con le decine e decine di clienti e fornitori che abbiamo avuto negli anni è sempre stato produttivo. Qualche problema l’abbiamo avuto solo con: Qi Clubbing Erbusco (BS), The Season Versilia, Kantar Media (monitoraggio stampa Verona), Crystal - Brescia (Francesco Frigerio)


www.lorenzotiezzi.it


17 febbraio 2016

Ma com’è che lavora Red Bull?

http://lorenzotiezzicomunicazione.blogspot.it/2016/02/idee-ltc-red-bull-come-lavora-in-ambito.htmllivepage.apple.com


febbraio 2016

PICCOLO E’ BELLO

https://www.facebook.com/notes/lorenzo-tiezzi-comunicazione-pr/piccolo-e-bello-anche-di-notte/727743437359402


9/1/16

NON è TRIPADVISOR a dare il successo - mai


I social network sono fatti, fondamentalmente, di lamenti contro la fortuna altrui o la sfortuna propria - cerchiamo di ricordarlo quando crediamo che la comunicazione passi tutta necessariamente dai social network - senz'altro è così, in parte, perché tutti noi passiamo ore ed ore sui social - ma non è tutto è sui social, mondo in cui TUTTO (va ricordato) è GRATIS, mentre noi comunicatori dovremmo in qualche modo vendere qualcosa e veicolare valori positivi. NON tormentoni. La risposta al commento negativo, a livello professionale, è fondamentale e non si può mai e poi mai prendersela col cliente in modo sgarbato. Ma va ricordato che il successo di un locale non passa quasi mai per TripAdvisor. TripAdvisor AMPLIFICA (magari alla grande) il successo REALE nel mondo virtuale (e finto e gratis) dei social, ma se in un posto non si mangia benissimo, col cavolo che diventa il numero uno di una città grande e/o turistica come Firenze. E' il caso dell'Antico Vinaio a Firenze, luogo di schiacciate uniche a buon mercato. Il successo è arrivato grazie al rapporto qualità prezzo incredibile, alla simpatia dei gestori, etc. il MITO è arrivato con TripAdvisor, mito quasi del tutto inutile. Perché la coda epica c'era pure prima, come nelle pizzeria più amate di Napoli.


21/10/15

Lezione italiana di grafica

http://lorenzotiezzicomunicazione.blogspot.it/2015/10/ltc-per-il-design-barolo-fontanafredda.html


7/10/15

L'ufficio stampa medio, nella produttività, supera il giornalista medio 10 - 1. Per chi fa comunicazione, soprattutto in piccole agenzie indipendenti contano quantità, intraprendenza, risultati. Il giornalista medio, spesso, ha perso la voglia di lavorare perché il direttore non capisce niente, il giornale è in crisi, non gli fanno fare l'invitato etc. Per l'ufficio stampa la voglia di lavorare poco non può esserci.  Per chi comunica in piccole agenzie non conta solo  solo la "qualità" di 4 parole in croce "perfette" (compito, ricordiamolo, dei giornalisti e/o di Ungaretti). Talvolta però ci si imbatte negli uffici stampa del terzo tipo. Tipo gli alieni. Gente il cui ruolo, ruolo ovviamente che si sono auto costruiti, è solo e soltanto rompere le balle a chi vuol intervistare e/o dare spazio ai LORO clienti.

COMPLIMENTI. Siete fantastici.


29/9/15

Il mio, quello di comunicatore / ufficio stampa, in fondo è solo un lavoro di intermediazione in cui il mio cliente, che paga me per un servizio, in realtà conta pochissimo. Infatti paga me per il mio tempo e le mie competenze, compra la possibilità (solo quella) di apparire gratis sui media. Infatti lo spazio su qualsiasi media si compra solo con la pubblicità. Se vuoi arrivarci con dei contenuti, devi produrre contenuti che siano interessanti per i media. Il bello è che sembra complicato, invece è semplicissimo. Spesso la comunicazione, anche quella ben fatta, crea dei casini inenarrabili. Se tu scrivi cose più o meno esatte in un comunicato stampa che anche grazie al web marketing fa il giro del web mentre il sito ufficiale del cliente non è aggiornato, non è che crei problemi: metti in luce i problemi già creati dal cliente. La tua "strategia", i tuoi interessi, quello che vuoi tu, contano pochissimo. Prova a fare / proporre qualcosa di ben fatto, se possibile un po' nuovo. Sennò non importa. Basta che sia ben fatto.


22/9/15

I social media ormai sono l’unica cosa che sembra contare per tanti esperti, brand ed operatori. La cosa è francamente molto stupida. Contano ma non sono tutto.


25/8/15

E’ un’estate di fatica e belle soddisfazioni per la mia agenzia. Tanti risultati importanti ed un ottimo rapporto con la stragrande maggioranza dei clienti. La crisi dell’editoria è incredibile e fa si che fare comunicazione sia sempre più difficile, ma non si molla un attimo.


7/3/15

Parole aggettivi e concetti da non usare MAI in un comunicato stampa: hit, must have, perfetto, geniale, la canzone dell’estate, reinventa il concetto di (scarpa, canzone, aereo… ma se è vero si può scrivere? NO. Una scarpa che reinventa il concetto di scarpa fa camminare sulle MANI), eccellente, grandioso, unico, migliore.

Parole aggettivi e concetti da usare sempre e comunque in un comunicato stampa: chi dove come quando che cosa se possibile nelle prime 2.5 righe del comunicato, il resto del comunicato è (come sempre) quasi del tutto inutile, come le conferenze stampa quando non le fanno Obama, Renzi ed i Rolling Stones (questi ultimi non le fanno dal 1974).



22/12/14

Comunicare è difficile, soprattutto perché i risultati vanno valutati con un minimo di comptenza. Spesso i clienti non hanno la benché minima competenza e vedono problemi dove non ci sono problemi, e viceversa...


18/11

La comunicazione è una brutta bestia perché l'errore non è mai evidente.


Gli errori più "gravi" (tipo: hanno sbagliato il mio nome in un articolo) non sono certo i peggiori, tipo: scrivere tutto in maiuscolo su Facebook, non settare la pagina giusta (basta andare su Facebook.com/username), rompere le scatole (nei fatti) a quelli che si avvicinano a te e già ti conoscono. QUESTO è un errore gravissimo ma per egocentrismo ed ignoranza i più non lo capiscono. COMPLIMENTS!


5 ottobre 2014

Gran parte dei media (soprattutto quelli di settore e quelli piccolini ma non solo) VENDONO pubblicità / publiredazionali mascherandola per spazi editoriali. Questi media credono di essere furbi & cool, così fanno il doppio incasso, dagli investitori pubblicitari generalisti ed importanti (Apple o Armani) e da azienda / brand / artisti di secondo piano che COMPRANO articoli o spazi editoriali (anche sulle radio, anche in tv, sul web, sulla stampa).

Se chi compra questi spazi pseudo pubblicitari (la pubblicità invece è una cosa seria) può anche far bene, chi li vende svilisce il suo mezzo e alla fine perde. Chi vende non capisce che i soldi veri arrivano da Apple ed Armani, non dai piccoli. Chiaramente secondo me (Lorenzo Tiezzi).

La mia piccola e poco importante agenzia per questo NON compra mai spazi pubblicitari. Noi invece proponiamo ai media la nostra professionalità e i nostri CONTENUTI. Se un media dà spazio ad un nostro cliente è perché crede nella nostra PROFESSIONALITA' e nel fatto che il nostro cliente non sia proprio uno zero totale.

La vogliamo chiamare strategia di lungo periodo?

Sono paroloni inutili

Diciamo che ci facciamo il mazzo da anni


23 settembre 2014

https://www.facebook.com/Apple.Italy

solo 70.000 fan circa

no comment

ovvero Facebook non misura la realtà, misura Facebook e basta


27 agosto 2014


MARCHIA TUTTO MARCHIA TUTTO MARCHIA TUTTO

non capisco la corsa al logo, ovvero tutti a mettere il proprio logo dappertutto. Non dico i dj i locali ed i brand (forse sarebbe bene distinguersi per qualcosa di diverso da una roba pubblicitaria quale il logo è), dico le agenzie b to b come la mia - ovvero - il mio prodotto è la visibilità dei miei clienti, così come, se vendo scarpe o dj o coca cola, il mio scopo è vendere tanto e bene, non farmi pubblicità.

In discografia una volta si diceva che il prodotto è l'artista e non contava niente se era Universal Sony Warner, l'importante era (ed è) che VENDA e piaccia. Ma la discografia (oggi quasi defunta) era un business internazionale, non provinciale come i locali.

Oggi grazie a Facebook tutti si sentono competenti in una materia di cui in realtà non capiscono quasi nulla (la comunicazione) e si divertono a MARCHIARE un prodotto artistico / artigianale o un'emozione. Soprattutto in ambito nightlife, unico ambito in cui sopravvive una modalità di comunicazione degna degli anni '60 e degna (spesso non sempre ma spesso si) dei volantini dei supermercati (i flyer).

Per cui andate avanti alla grande che avete capito tutto.

MARCHIATE TUTTO.


25 agosto 2014

Idea comunicativa della settimana - fai come questo qui e vinci
Cretino, spaccone e superficiale ma simpatico e molto sessuale (i teen ager hanno gli ormoni alti) - NON farei a cambio con la sua vita, sto bene con mia moglie e mia figlia con la mia Renault Clio Sportser (1500 Diesel) ma guardare le sue stupidate mi fa divertire.

https://www.facebook.com/danbilzerianofficial


28 luglio 2014

L’analfabetismo digitale a livello di comunicazione è quasi assoluto. Si può fare molto gratis. Ad esempio, inserire una attività su Google Maps. Ma in moltissimi passano il tempo su Facebook e NON lo fanno.


28 giugno 2014

le vere star non sono i dj come Hardwell bensì i calciatori come Neymar o i Rolling Stones. I Dj sono star generazionali. Le star globali non sono i dj. Senza eccezioni. Infatti il ballo è connesso all’età giovanile. Tiesto a 60 anni continuerà a fare il dj? Si, forse si, tanti house dj continuano a mixare a quell’età. Ma non riempiono più gli stadi come gli Stones, che fanno Revival, come Vasco Rossi in parte. Non è parlar male dei dj, è analizzare il fenomeno.


26 aprile 2014

20 milioni di visualizzazioni per

http://purplefeather.co.uk ed il suo video sul cieco e la forza del messaggio: guarda su youtube


6 aprile 2014

FACEBOOK, che FARE?


Più volte alla settimana mi chiedono. Ma come devo fare con la mia pagina Facebook per creare interesse? Qual è la STRATEGIA? La risposta è sempre la stessa. Facebook non crea star. Online l'unico posto del web in cui qualche star è nata e non solo cresciuta probabilmente è YouTube (vedi Andrea Diprè, star del nulla ma pur sempre star). Su Facebook non puoi far altro che far poca strategia e fare come fa Claudio Coccoluto che pubblica musica, foto di templi, foto del figlio. Ha successo? Certo. Però PRIMA di aver successo su Facebook e altrove era già Claudio Coccoluto. Su Facebook fa semplicemente sapere quello che fa.


Aggiungo una postilla. Su Facebook, visto che ci scriviamo di solito quando siamo soli, tendiamo a pompare i fatti nostri, a raccontare solo questo e quello come se quel che facciamo noi sia sempre speciale, interessante, unico. E' invece il caso di trovare un modo di raccontare meno egocentrico, noioso, monotono, pompato, inutile. Piace quasi sempre chi scherza e si prende in giro e chi scrive poco (ma bene). Per me


18/03/14

FARE COMUNICAZIONE E' QUASI FAR MIRACOLI


Fare comunicazione / ufficio stampa significa coinvolgere senza pagare un euro che quello che tu stai promuovendo / comunicando è una figata. Che è meglio di quel che stanno pensando da soli giornalisti, addetti ai lavori, etc. Che hai per loro in mano una roba di una bellezza straordinaria. Anche se non coinvolge una star (il vero motivo per cui sono nati gli uffici stampa, per FILTRARE le richieste e mandare a quel paese i giornalisti). Far uscire roba, dare visibilità è una cosa piuttosto complicata, più vicina al miracolo che al lavoro. Va fatta con una leggerezza quasi assoluta e tanto lavoro. Non è (attenzione) marketing, non è una marchetta. E' un lavoro da incubo che talvolta (talvolta) si trasforma in un sogno. E non c'entra un beato nulla col fare il giornalista / esperto del settore. www.lorenzotiezzi.it


17/3/14

Scrivendo troppo su Facebook non aggiorno mai questo blog e invece è importante. Lo farò più spesso. Facebook passa, la mia agenzia per ora mi dà da mangiare e lo fa da circa 15 anni.


2/12/13

le critiche di chi non fa sembrano crescere. il logo di Fiat Chrysler, FCA è bellissimo ma tutti parlano, così come il nuovo Resident Advisor.


9/12/13

Fine anno molto positiva per la mia agenzia. C’è crisi ma lavorando bene il fatturato non cala. Anzi.


9/12/13

grande idea di comunicazione. un video dance per le regole di sicurezza nel volo by Virgin America

http://www.youtube.com/watch?v=DtyfiPIHsIg#t=19



11/10/13

Dal Facebook di Francesco Facchinetti

SE SEI UN ARTISTA PROFESSIONISTA E TI ROMPONO LE PALLE LEGGI QUI E CAPISCI COSA NON FARE


Ecco cosa non deve fare un artista strapagato e ricchissimo, tra l'altro figlio d'arte e più noto un progetto artisticamente pessimo (Dj Francesco) e perché bravo in tv che per la sua musica - rifarsela col mondo


Lo sfigato sei tu, secondo me chiaramente (Lorenzo Tiezzi www.lorenzotiezzi.it)


MESSAGGIO PER TUTTI QUELLI CHE MI ROMPONO I COGLIONI (scusate il francesismo ma quando ce vò ce vò)

A parte che ho iniziato a suonare seriamente in un gruppo a 14 anni. A parte che a 17 ho vinto il concorso rock più importante d'Europa e ho suonato con Guano Apes, Bloodhound Gang, Limp Bizkit, Korn, Placebo, Radiohead, Green Day e tanti altri. A parte che a 20 anni avevo già suonato in mezza Europa, tra centro sociali, palazzetti e festival. A parte che a 23 anni ho venduto più di un milione di copie. A parte che lavoro da quando avevo 15 anni, almeno 12 ore al giorno, e non rompo le palle a nessuno. Ma ancora a rompere i coglioni sei. Ma non hai proprio un cazzo da fare. DAMMI RETTA: SEI SOLO UNO SFIGATO.

Anzi, ogni volta che raggiungerò un risultato in Italia, in Europa, nel MONDO, ti ricorderò questo sei SFIGATO!

Con affetto

Francesco


10/09/13

COMUNICAZIONE NIGHTLIFE: IL NULLA O QUASI... E ALLORA AFFONDIAMO


Ricevo ogni giorno comunicati su quel che succede nei club di Torino, proprio come da Londra e dal resto del mondo della notte. Nel mondo si comunica, grazie anche a brand- colosso (Red Bull, Reebok, brand fashion etc). Dai locali di Milano però non arriva quasi niente, dalla Riviera niente, dal sud idem con patate. Dai top dj italiani? Diciamo un paio di volte l'anno (con lodevoli eccezioni). E allora? E allora affondiamo nell'underground come dei pirla. Anche perché i club elettronici ed i dj elettronici un po' comunicano, sono i fashion club ed i fashion dj A NON COMUNICARE se non tramite le loro splendide & colorate pagine Facebook. Ma se io comunico solo ai miei fan su Facebook e li faccio crescere fino a livelli incredibili, non è che esagero nel pensare che Fb sia la realtà? Si, esagero. Fb è Fb. Renzo Rosso (Diesel) ha 30.000 fan (2 anni fa ne aveva 10.000), mentre tanti top dj quasi 10 volte tanto... ma Renzo Rosso conta. Loro non contano (con lodevoli eccezioni, sia chiaro). Per me.


15/6/13

Nello splendido mondo dello show business e della moda, anche all'estero, uffici stampa e giornalisti sono su due pianeti diversi. I comunicati vengono mandati ai giornalisti a seconda delle esigenze dei clienti (degli uffici stampa), non dei media. Capita anche per quel che riguarda le fiere di moda più importanti al mondo. Lo so per esperienza, visto che scrivo anche. Nella musica, i manager degli artisti, che notoriamente di comunicazione non capiscono niente, mettono bocca. Gli artisti, che notoriamente pensano tutti di essere tutti Mozart, dicono cosa si dovrebbe scrivere, quando dovrebbero limitarsi ad essere artisti (essere artisti non vuol dire cantare bene, sia chiaro)...


Ed ecco testè spiegato il successo il successo della mia piccola e bellissima agenzia Lorenzo Tiezzi Comunicazione.


Non contiamo niente, ma, senza falsa modestia, meglio di noi non lavora nessuno. Per noi i clienti, di solito, hanno torto. Hanno ragione i media, hanno ragione TUTTI i giornalisti e TUTTI i blogger. Noi spesso al telefono dei nostri clienti NON rispondiamo. Ma rispondiamo sempre ai giornalisti, anzi passiamo le giornate al telefono a raccontare cosa fanno i nostri clienti, in un modo che i nostri clienti manco hanno pensato.... Perché tutto questo discorso al plurale? Perché finalmente il mio collaboratore Leonardo Filomeno mi sta aiutando tanto e anche grazie al suo contributo stiamo crescendo mentre tutti o quasi sono 'in crisi'.


Grazie a tutti, belli e brutti


10/06/13

cristian marchi apre il concerto di vasco rossi a torino, un punto d’arrivo anche per chi lavora nel piccolo


20/05/13

la mia agenzia continua ad avere un grande successo, rispetto alla crisi che c’è. il rapporto qualità prezzo credo sia la chiave giusta per comunicare bene. prima si fa qualcosa di interessante, poi lo si comunica bene. poi... basta. è tutto qui, nient’altro. lavoro tanto, poca strategia.


9/4

grande avanzata dello shopping online in Italia, soprattutto in certi settori. chi cerca le lelly kelly (scarpe da bimba) ancora non le trova, anzi le trova a prezzi superiori ai negozi tradizionali. Segno che si può migliorare ancora molto.


04/03

Annoiato dai presunti esperti che continuano a scambiare le loro priorità con argomenti interessanti per i media


31/01

Oltre il 70% degli italiani naviga con costanza sul web e la stragrande maggioranza lo fa col pc e non con lo smartphone, solo il 5% con il tablet. E’ una buona notizia per chi comunica.


29/01

Una ricerca interessante sul valore delle dj community:

http://www.djmagitalia.com/quanto-valgono-le-community-dei-dj/


17/01/13

Facebook è un balsamo per l’ego. Per questo piace tanto agli artisti e ai solitari. Piace perché poi lo si può gestire da soli con l’idea di non essere egocentrici, ma resta un luogo in cui i numeri contano, ma solo su Fb. Ma trasformare un mi piace in un vero valore è un lavoro più difficile dell’ottenerlo. Comunicare al mondo (e non solo ai propri fan, per milioni che siano) vuol dire vendere e creare valore.


11/01/13

Spendere dei soldi per comunicare tramite Linkedin mi sembra una stupidaggine assoluta. Lorenzo, Hope you are rocking your Friday! Just a quick update: We just finished a 4-day sale where we offered LinkedInfluence for 50% off--and hundreds of people took us up on the offer. (...) Get linkedinfluence for half off here:

http://www.LinkedInfluence.com/4day


10/01/13

anno nuovo, vita vecchia. la comunicazione funziona sempre allo stesso modo.


10 dicembre 12

l’egocentrismo di alcuni artisti e la miopia di tanti imprenditori funziona ancora un po’ sui media grazie alla pigrizia di tanti professionisti dell’informazione. grazie ai blogger, veri appassionati, però tutto questo avrà vita breve


28 novembre 12

non capisco come tanti colleghi che si occupano di comunicazione possano fare a meno di un sito per la loro agenzia. mi sembra una follia.


21 novembre 12

concorso nissan juke organizzato con alex neri e ministry of sound. non eccellente ma non male.


18 novembre 12

ho visto diversi bei flyer di eventi in  discoteca, cosa che non capitava da anni. da oggetto di comunicazione spiccia il flyer è diventato un esempio di art - communication. tutto si re-inventa.


16 ottobre 2012

aspettati il meglio, sii preparato al peggio, fottitene di quello che gli altri pensano e fatti le tue cose (my lovely guru)


8 ottobre 2012

in troppi sono ancora convinti del fatto che i contenuti non servano per fare traffico sul web e invece credo proprio sia così.


25 agosto 2012

la tv, probabilmente, sta perdendo la sua egemonia grazie all’utilizzo quotidiano del web da parte di tante persone. Per chi comunica bene, non è affatto un male.


10/06

Ho una mia idea personale sulla beneficenza ed è opposta a quella di Vasco Rossi, che infatti è una superstar. Non conta proprio niente perché uno fa beneficenza. Non esistono uomini buoni, tranne San Francesco siamo tutti cattivi. Per cui è ovvio che tutti facciamo beneficenza per sentirci più buoni. Ma se è ovvio che uno come Vasco Rossi non abbia bisogno di pubblicità, anche chi fa beneficenza  per far parlare di sé (purché NON guadagni), fa bene.  Sembra che il Vasco nazionale, tra l’altro, sia tirchio. Questo non lo so e non conta. Per me i soldi non puzzano. Se uno tira su 1.000 euro con una cosa che fa anche del bene  alla sua persona ed al suo lavoro, perché no?


27 maggio 2012

Rinnovato il sito , inizia una nuova collaborazione con due locali estivi molto diversi ma di grande livello (Lido di Bellagio , Co;  Pit Stop Music Club a Marzaglia di Modena). Da giugno 2012 inoltre  si parte anche con Ben Dj ed I Am a Rich Bitch. Si interrompe invece la collaborazione con Time Records il 30/05.


16/04/2012

Coco Beach Desenzano e Circus Brescia (il primo cliente attuale, l'altro cliente storico di LTC Lorenzo Tiezzi Comunicazione), finalisti a 2night Regional Awards.. Che sia un caso? Che forse la comunicazione 'tradizionale' serva a farsi conoscere anche online (si votava SOLO online)? Buon lavoro a tutti!


http://www.giornaledibrescia.it/cultura-e-spettacoli/2night-regional-awards-a-sette-locali-bresciani-1.1163333


15/02/2012

E’ un po’ che non aggiorno questo blog, ma  il sito è sempre aggiornato, che è quello che conta davvero.  La crisi dell’Italia  è un fatto, ma per ora ltc continua a crescere con costanza.


27/12/12

Finisce la collaborazione con Francesco Sarzi inizia quella con David Jones, top dj producer italiano ancora poco conosciuto a chi non conosce la dance music... e che invece da anni centra obiettivi di vendita unici su Beatport, lo store musicale più amato dai dj 


07/01/12

Ottimi risultati a livello locale per Circus Beat Club (presente spesso anche su quotidiani nazionali come Libero e su  For Men a dicembre)


27/10

Uno dei più importanti vocalist europei scambiato per un dj in un comunicato stampa, tanti locali che decidono di non investire su Halloween perché è una serata in cui ‘tanto si fa il pieno’... come dice un mio collega, anzi un collega più esperto di me, è un mondo fantastico.


21/10

Adoro i siti degli uffici stampa “in aggiornamento”. E’ come se la Fiat chiudesse le concessionarie per mesi.


12/10

Khady, Capannina (...) su For Men ottobre 2011 (...)


11/10

La comunicazione è una guerra ? Senz’altro si.


6/10/11

Ottimi risultati per Andrea Paci (su Di Più per due settimane consecutive) e per Francesco Sarzi che in un periodo di tempo breve (pochi mesi) è stato citato su: Max, Di Più, Di Più Tv, Dove, Urban, Voce di Mantova / Mantova Chiama Garda, 2night (etc etc). Bella intervista dedicata a Molella (Time Records) su Slide Magazine... e molto piacevole è avere a che fare con artiste mature come Brooke Fraser.


25/09

Tante novità per il settembre 2011. Tra i nuovi clienti, la Capannina di GIussano (Mb) e Stefano Pain. Confermata la collaborazione col Circus di Brescia, che quest’anno diventa industrial club e l’1/10 ospita Cristian Marchi.


24/09

Brooke Fraser in tour in Italia. Il 28 settembre è a Milano per un bel concerto alla Salumeria della Musica e diverse interviste...


10/09

E’ stato davvero un grande piacere avere il Noy di Milano come locale selezionato dalla redazione di Leiweb per un loro contest. Fare da premio vuol dire essere un riferimento.


31/8

Rientro con risultati pari a quelli di fine luglio: Cristian Marchi su Cronaca Qui, una pagina intera su Kay Rush (Time Records e Coco Beach quindi) su Repubblica Milano... Chiusa una importante nuova collaborazione con La Capannina di Giussano (Mb)


29/7

E’ un’estate di grandi soddisfazioni professionali. Caro Emerald su Corriere della Sera, Repubblica Milano, L’Espresso, Novella 2000, Elle.it (due articoli). Lucenzo su Corriere della Sera, l’evento di beneficenza al Coco Beach su Libero News.


28/6

Caro Emerald su Film Tv, Lucenzo su QN (Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione...)


23/6

bell’articolo di Marco Mangiarotti su Il Giorno dedicato a Caro Emerald (artista Time Records con cui la mia agenzia ltc collabora)...  Ieri Repubblica in un articolo di Andrea Morandi ha citato lo stesso  brano come possibile tormentone dell’estate.


16/6

Piacevole giornata di lavoro ieri tra Lonato (con Cris. Marchi) e Brescia. Caro Emerald quasi una pagina intera su Il Giorno.


01/06

Nello Simioli su Di Più Tv


28/5

Francesco Sarzi su


27/5

Brooke Fraser e Danza Kuduro ancora su Ansa, mentre ad aprile su Amazon sono stati venduti più eBook che libri. E quindi? Quindi è giusto puntare anche sul web, non solo sulla carta per la comunicazione, come (ltc) fa da tempo. Due nuovi clienti per l’agenzia: Gio di Leva ed Andrea Paci, dj producer di ottimo livello


20/5

Ottima copertura web della domenica @ Coco Beach Lonato, Danza Kuduro su Radio Deejay e Brescia Oggi (...)


13/5

Danza Kuduro il tormentone Time su Ansa, AdnKronos, Corriere dello Sport, Libero (etc)


27/04

Ottima copertura per l’evento di beneficenza odierno al Noy: Corriere, City, Leggo (...)


25/04

Ha fatto ieri tappa al Bolgia un club tour organizzato da Red Bull che ha ripreso il live set dei Cyberpunkers. Migliaia di ragazzi presenti al locale.


20/04

Continua il rapporto di collaborazione con Hangar 73, Emanuel Paglicci (da maggio) e Mirkolino. Tra i nuovi clienti dell’agenzia, Khady, vocal performer d’origine araba. Ogni mercoledì è protagonista della serata Gianluca Motta & friends all’Hollywood di Milano.


18/04

Andrea Belli su Di Più per presentare una compilation Time, 105 In Da Klubb


10/04

Bros For Life su Di Più (oltre 2 milioni di lettori), il party da qualche giorno non è più cliente dell’agenzia ma i risultati arrivano ancora. La serie House Classics su For Men di aprile 2011 insieme al Fura di Lonato. Brooke Fraser su Repubblica Milano, Corriere Milano , Corriere.it, Gqitalia.it. Una copertura stampa  eccellente. Non capita sempre, questa volta è capitato


19/04

Non capisco assolutamente perché gli uffici stampa chiedano ai giornalisti qual è la loro deadline. La deadline è oggi, subito.


12/04

Bella esperienza allo Snowbombing Festival in Austria.


04/04

Brooke Fraser a Quelli che il Calcio ieri domenica 03/04, presto altri importanti articoli su magazine quotidiani nazionali; Caffè 900 su Di Più con Emanuel Paglicci; Noy su Dove, una delle principali riviste di viaggi italiane.


20/03

Sono stato qualche giorno a Londra. Nei negozi  e nei locali ho visto una qualità di servizio impensabile in Italia.


16/03/2011

UN BEL MODO DI FARE BUSINESS, QUANDO SI PUO’

How To Make A Booking

We process up to 400 offers a day for our dj roster. In order for us to process your offer efficiently, please send an email to amy[at]atmartists.com, hannah[at]atmartists.com or eli[at]atmartists.com

Venue Name
Artist / artists required
Date requested (If the date is non specific you must make clear what day of the week your event runs)
Venue Capacity
City
Country
Nearest airpoirt
Billing for the artist
Approx set time
Fee offer
Previous guests at your venue (last 3 months)
Future confirmed guests
Any references
Sponsors confirmed
...and finally Web site address for the venue or event.

If you fail to give this information your offer may not be processed or will be returned unanswered. The acts themselves need this to make a decision.

We do not quote fees. You must make a financial offer Fees are set based on the conditions of your show and demand for the act on the dates requested. We will tell you in our response the extra conditions like the type of flight the act takes All our acts require 5 star hotels.

Once you have received your response you must include the full information on your offer on every email during negotiation. If you don't we have to track your email to find your original information and due to the volume of requests that can mean you simply have to start again.

We want to provide a good service with efficient response times. Please help us to do that by adhering to these rules.

Finally - you must be able to pay flight shares for artists by credit card and you must be able to pay your entire fee one month pre show without exception.


09/03/2011

Il lavoro va alla grande, i pagamenti un po’ meno ma l’agenzia privilegerà i clienti che pagano.


02/02/2011

Il lavoro creativo consiste nel mettere la propria professionalità al servizio di un progetto.


02/02/2011

Priorità, concentrazione, produttività.

21/12/2010

Odio gli auguri di natale marketing style.


13/12/2010

La teoria nella comunicazione non serve a niente.


12/12/2010

Ho iniziato con passione un nuovo blog dedicato al clubbing, alladiscoteca.tumblr.com


25/11/2010

ECCO COME SI SCRIVE UN COMUNICATO


Sito Web:http://www.pumamotorsport.comPanoramica società:PUMA has professional motorsport associations with Scuderia Ferrari and Red Bull Racing within Formula One, and Ducati in Moto GP and Superbikes. www.pumamotorsport.com acts as a central hub for news, features and opinion providing opportunities for fans to experience the glamorous world of motorsport first-hand.Missione:The PUMA Motorsport website utilises the extensive commercial relationships within Formula One, Moto GP and Superbikes to provide an inside perspective on these glamorous sports. Encouraging fans to contribute editorially to the site, the PUMA Motorsport website is a forum for fans to express opinions and debate issues within motorsport as the season progresses. Selected fans will also be given exclusive behind-the-scenes access at Grand Prix weekends to meet PUMA teams and drivers and report on their experiences. Prodotti:http://www.pumamotorsport.com/products/

PUMA has been designing and creating footwear and apparel for top teams and drivers for ten years now, PUMA’s involvement in motorsport beginning with its partnership with Williams F1 in 1999. Since then, PUMA has partnered with other key drivers and teams including Benetton, Arrows, Prost, BAR – Honda, ING Renault, Sauber Petronas, Jordan Ford, Minardi F1, Panasonic Toyota and Jaguar Racing. In the world of motorsport, PUMA has been there at every turn.


PUMA is also a valued partner of Ferrari, Ducati and Red Bull Racing.

In 2005, PUMA partnered with Scuderia Ferrari, the oldest, most respected and successful team in Formula One.

Continually dedicated to innovation and design, PUMA meets the technological needs of the teams and drivers in an ever-demanding sport. These performance products have also been transformed into cult favorites within the consumer market in both lifestyle and fashion arenas.


Pagina Facebook:http://www.facebook.com/pumamotorsport


11/10/2010

Preferisco i prodotti editoriali in cui il contenuto editoriale sia facilmente distinguibile dalla pubblicità. Non credo di essere il solo in questa scelta, tra l’altro.


23/09/2010

Renzo Rosso suona il basso e così comunica la sua azienda, come Steve Jobs...


19/19/2010

Guerilla Marketing? Ma vaff...


17/09/2010

Nel lavoro di comunicazione la mediazione tra esigenze diverse e la disponibilità a cambiare quello che è il proprio punto di vista in favore di ciò che davvero conta per il cliente è fondamentale. Tutti lavoriamo per l’evento, il prodotto, l’artista. Il resto  non conta una fico secco. E poi. Geniale il video di Martin Solveig per promuoversi per la classifica di Dj Magazine!


01/09/2010

Piccola massima ma fondamentale. L’ufficio stampa è un lavoro di quantità e di strategia, ma soprattutto di quantità, di gentilezza. Ma se non si hanno a disposizione informazioni e cose da dire non si può fare.


25/08/10

Mi sembra un’estate piuttosto vuota dal punto di vista comunicativo. L’iPad non mi sembra una nuova frontiera ma un gadget piuttosto inutile.


23/7/10

La continua battaglia tra uffici stampa e giornalisti mi sfianca, ma è anche divertente.


15/7/2010

I love to be stupid

I love Diesel


07/07/2010

Spesso gli uffici stampa vogliono interferire troppo nel lavoro dei giornalisti, vogliono imporre la loro strategia a chi invece ha solo bisogno di una foto o di un prezzo. LTC lavora diversamente ma sa comunque proteggere i propri clienti dalle ‘angherie’ dei giornalisti.


01/07/10

Da oggi il sito di LTC ha pure gli RSS ossia chi ci clicca trova un riassunto dei comunicati che vengono pubblicati su lorenzotiezzicomunicazione.blogspot.com.


24/06/10

IL LAVORO DELL’UFFICIO STAMPA


Il lavoro di un ufficio stampa non consiste nell'implorare i propri clienti affinché gli forniscano per tempo informazioni da trasformare in comunicati ed info per la stampa.


Esso consiste nel filtrare le informazioni insieme alle esigenze del cliente e soprattutto a ciò che i media considerano importante e notiziabile e far si che un cliente abbia una buona visibilità.


Ad esempio, se un cliente è sempre contento di avere il suo locale - azienda - spazio - prato - terrazzo (…) tutto pieno di giornalisti, un ufficio stampa si concentra su cosa uscirà sui giornali, radio e tv di tutto ciò.


Un ufficio stampa serio conosce tante gente ma non ha amici che "poi mi pubblicano tutto". Sono frasi che talvolta si dicono, ma lo si fa saltando diversi passaggi.


La realtà è che conoscendo un media e conoscendo bene i suoi lettori e i suoi giornalisti, un pr sa che ha buone possibilità di uscire, se un progetto sia comunicato nel modo giusto. Tutto qui. La conoscenza non è l'amicizia.


La realtà è che chi decide di pubblicare è sempre il giornalista e i giornalisti di solito sono seri.


Un pr - ufficio stampa ha una reputazione che gli permette di comunicare una versione della verità (tale è un comunicato - press release) e far si che i giornalisti (che non sono colleghi ma gente che fa un altro lavoro, ben diverso dallo 'spingere' progetti & clienti) si fidino senza verificare le fonti.


Un ufficio stampa è una fonte giornalistica, se è serio. Ed esserlo non è facile. Per questo, visto che essere considerati seri è molto difficile e visto che il tempo è sempre poco, riparto con l'inizio.


Il lavoro di un ufficio stampa non consiste nell'implorare i propri clienti affinché gli forniscano per tempo informazioni da trasformare in comunicati ed info per la stampa.


ODE A CHI SI CANCELLA DALLA MAILING LIST

Il lavoro di un ufficio stampa consiste nell'inviare comunicati stampa ossia 'cose' o notizie (potenziali, spesso molto potenziali...) riguardanti l'attività dei suoi clienti ai media. Il comunicato stampa, forse, è sempre una mera pubblicità, almeno, questo è quello che penso. Una pubblicizzazione che qualcuno vuol fare pubblicare riguardo a ciò che gli interessa, un solo lato di una medaglia, ovviamente il più splendente... Sta al giornalista trasformarlo, eventualmente, in notizia. Senz'altro i comunicati possono essere fastidiosi, per questo invio piccoli allegati che pesano poco, per non intasare le mail di chi li riceve... Ma per cancellare una mail non necessaria dalla posta in arrivo dopo aver capito che ci interessa si impiegano circa 3 secondi secondi, un tempo piuttosto breve.


LUGLIO 2010

top italian djs for children @ coco beach. grazie a tutti i partecipanti e a tutti gli artisti. abe, associazione bambino emopatico www.associazionebambinoemopatico.it aspetta ancora aiuti. sul sito tutti i dettagli. in puro ordine sparso ecco qualcuno di quelli che hanno partecipato. senz’altro mi sono dimenticato qualcuno, ma va beh. max castrezzati e il suo gruppo di videomaker, raf marchesini, alberto gobbi (l’organizzatore), catrina davies e il suo cagnolino, jacopo coppiardi, kristal, nu’art, radio studio più, eleonora rossi, cristian marchi, gianluca motta, gabriele vesentini & coco beach staff, francesco sarzi, mirkolino, raf marchesini, luca dorigo, nari & milani, fillippo nardi, djs from mars, salvatore angelucci.


BLOG

COMUNICATI

STAMPA

clicca qui per tutti i comunicati di

ltc

COMUNICATI

STAMPA

clicca qui per tutti i comunicati di

ltc

COMUNICATI

STAMPA

clicca qui per tutti i comunicati di

ltc

COMUNICATI

STAMPA

clicca qui per tutti i comunicati di

ltc

COMUNICATI

STAMPA

clicca qui per tutti i comunicati di

ltc

COMUNICATI

STAMPA

clicca qui per tutti i comunicati di

ltc

COMUNICATI

STAMPA

clicca qui per tutti i comunicati di

ltc

MEDIA RELATIONS PR UFFICIO STAMPA